Home page Cajun
Home page birra artigianale

birra marradi Birra uguale bere.
Dal verbo latino “bibere” deriva il nome della bevanda fermentata
più diffusa al mondo, portata in Europa dagli Etruschi.
Nata in Mesopotamia 6000 anni fa, quando l’umanità
scoprì la coltivazione dei cereali, venne usata come moneta, offerta
in tributo agli dei, celebrata con inni poetici. Questa nobile tradizione
continua oggi con la birra artigianale: un alimento liquido, genuino,
poco gasato. E soprattutto, non fi ltrato e non pastorizzato (per questo
crudo, non bollito alla fi ne del processo di maturazione).
Un mondo di sapori ancora sconosciuti, minacciati dal successo
dei prodotti standard, le piatte bionde dei birrifi ci divenuti industrie
multinazionali. Le forbici del nostro marchio rappresentano
il taglio netto che ci separa dall’industria,
simboleggiano la necessaria sapienza manuale e artigianale,
alludono al gusto per i prodotti selezionati.
E il nome? Colpa di un amico. «Sembrate due Cajun» ci disse.
Eravamo seduti su un muretto durante la pausa pranzo, con le nostre
facce da indiani metropolitani, barba incolta e sigaro in bocca.
Stavamo pensando in quei giorni al progetto del nostro birrifi cio,
che sembrava allora soltanto un sogno. Questo nome esotico
ci piacque subito. Un pugno di Ugonotti cacciati dalla Francia nel
‘500, dopo il massacro di San Bartolomeo, attraversarono l’oceano e si
stabilirono in Nuova Scozia. Gli inglesi pretendevano che cambiassero
lingua, costumi, tradizioni. Emigrarono allora in Louisiana.
Il tutto per restare fedeli a sé stessi, alle loro radici francofone,
al loro credo considerato eretico.
Cajun. Un nome che parla anche di noi.

 

Birrificio Cajun